L’essenza floreale Star of Bethlehem per i lutti della vita

L’essenza per i traumi importanti Il nome botanico è l’Ornithogalum Umbellatum. E’ un’essenza indicata dal dottor Bach per quelle persone che si trovano in uno stato di grande angoscia e questo ne determina infelicità. Può essere un lutto di una persona cara, uno schock improvviso o uno spavento. Può essere anche un trauma legato alla…

Continue Reading

Il resveratrolo antiossidante prezioso alleato per la circolazione

  Il resveratrolo è una sostanza presente principalmente nell’uva rossa e nei pinoli. Studi recenti hanno appurato la presenza di alti livelli di questa sostanza anche nell’erba POLYGONUM CASPIDATUM. Tale scoperta ha reso possibile l’utilizzo del principio attivo anche nel campo cosmetico. Il resveratrolo è apparso alla ribalta nei decenni scorsi come antiossidante, quando si scoprì…

Continue Reading

Oli Essenziali per il benessere 3° parte

  Inizio terza parte   Gli Oli Essenziali (O.E.) che si possono utilizzare in persone soggette alla sindrome di adattamento (cioè lo stress) con disturbi connessi potrebbero essere la Lavandula Angustifolia, dove i costituenti principali sono gli esteri 45-52%, monoterpenoli 45%, sesquiterpeni 3-5%, monoterpeni 5%; Pelargonium Asperum, dove i componenti principali sono i monoterpenoli 65%,…

Continue Reading

Gli antiossidanti preziosi alleati per il corpo

    Gli antiossidanti rappresentano il sistema di protezione che mette in atto il nostro organismo contro i radicali liberi. Cosa sono i radicali liberi? Sono il risultato delle reazioni chimiche complesse che avvengono all’interno del nostro corpo (possono essere di ossidazione o di riduzione). L’organismo di solito riesce  mediare tra queste reazioni grazie a…

Continue Reading

Oli Essenziali per il benessere 2° parte

Inizio 2° parte PRINCIPI ATTIVI La famiglia degli Oli Essenziali (O.E.) a Fenoli è quella che possiede il massimo potere antinfettivo e antalgico. Inoltre sono immunostimolanti, ipertermizzanti ed ipertensivi. L’utilizzo per via interna sarebbe da evitare, nella eventualità va fatto per periodi limitati e a dosaggio basso (3%) in quanto possono arrecare danni al fegato. Anche l’uso…

Continue Reading