La digestione inizia in bocca attraverso la masticazione e la scomposizione delle molecole dei carboidrati, grazie all’aiuto di enzimi della saliva. Il cibo viaggia poi, attraverso l’esofago fino allo stomaco dove l’acido idrocloridrico e gli enzimi digestivi sciolgono le proteine e permettono l’assorbimento di alcune sostanze.

Le ghiandole. Lo stomaco. La cistifellea. L’intestino crasso. L’intestino tenue.

                   PROBLEMI LEGATI ALLA DIGESTIONE

1) Acidità di stomaco = problema più comune

2) Costipazione = si verifica quando la peristalsi intestinale è scarsa o difficoltosa e causa problematiche tra cui gonfiori, mal di testa e emorroidi. Se si manifesta con diarrea può voler dire che si è in presenza della sindrome da intestino irritabile.

3) Cancro al colon = è la seconda forma di tumore più comune. Se si manifesta un cambiamento dell’intestino, se c’è sangue nelle feci, perdita di peso e affaticamento riferire al medico.

Alimenti indicati

– mele, mirtilli, more, uva;

– oli di pesce, riso integrale, segale, farro, quinoa, miglio;

– verza, cipolle, peperoni rossi;

– fagioli, ceci, lenticchie.

BISOGNA   consumare cibi che creino e mantengano in salute l’ambiente intestinale. Se stiamo prendendo antibiotici, la popolazione dei batteri benefici si riduce. Sarà quindi utile reintegrarli usando probiotici specifici e mangiare alimenti che contengono prebiotici (fibre vegetali o zuccheri complessi da cui i batteri buoni dipendono per la loro sopravvivenza ) che si trovano nella frutta, nelle verdure, nei cereali integrali, nei legumi.

BISOGNA   consumare cibi che creino e mantengano in salute l’ambiente intestinale. Se stiamo prendendo antibiotici, la popolazione dei batteri benefici si riduce. Sarà quindi utile reintegrarli usando probiotici specifici e mangiare alimenti che contengono prebiotici (fibre vegetali o zuccheri complessi da cui i batteri buoni dipendono per la loro sopravvivenza ) che si trovano nella frutta, nelle verdure, nei cereali integrali, nei legumi.

Alimenti indicati:

aglio, cipolla, asparagi, porri, carciofi, yogurt naturale.

BISOGNA  scegliere una dieta ricca di fibre e aumentare il consumo di acqua. Gli alimenti raffinati e i prodotti di origine animale , sono da limitare in quanto poveri di fibre.

Alimenti indicati:

cereali integrali (riso, segale, avena, miglio etc.);

frutta (mele, pere, frutti di bosco, pesche, datteri, fichi, prugne secche);

verdure (carote, sedano, verdure a foglia, verze, broccoli, cavolfiore);

semi di sesamo, girasole, zucca e lino;

mandorle, nocciole, noci;

legumi (piselli, fagioli, lenticchie e ceci);

BISOGNA   mangiare cibi che favoriscano la digestione

Alimenti più indicati:

  • aceto di mele, tarassaco, succo di limone, semi germoglianti, banane, ananas, papaya, miele,crauti, yogurt naturale.
  • Praticare esercizi di gestione dello stress e abituare l’intestino alla regolarità, aiutano a ridurre le probabilità di contrarre il cancro al colon.

Tecniche più indicate:

yoga, esercizi di respirazione, abitudini intestinali regolari.

Alcuni fra i cibi migliori per una sana digestione:

Verza = ricca di glutammina, un aminoacido usato dalle cellule intestinali come loro principale fonte di energia. La glutammina aiuta le cellule a rigenerarsi e a prevenire il passaggio di alimenti non digeriti, attraverso le pareti intestinali.

Cipolla = facilita le diminuzioni delle ipersensibilità intestinali, inoltre è anche una fonte di zuccheri complessi, che funzionano da prebiotici (alimentano i batteri buoni della nostra flora intestinale).

Mele e aceto di mele = aiutano a diminuire infiammazioni o irritazioni del nostro sistema digestivo.

Aglio = possiede una funzione disinfettante e disintossicante.

Finocchio e semi di cumino = aiutano la digestione evitando gonfiori e flatulenza.

Menta = è da evitare se si soffre di reflusso gastrico.

Foglie di tarassaco e altre verdure amare= ottimizzano la digestione.

Ananas e papaya = riducono gonfiori e flatulenza dopo i pasti.

Riso integrale = ottima fonte di fibre insolubili che prevengono costipazioni e cancro al colon. Inoltre è privo di glutine.

Fagioli e altri legumi = fonte di fibre solubili.

Ricapitolando ecco gli alimenti che proteggono il sistema digerente

Frutta = arance, mandarini, limoni, pompelmi,kiwi, fragole, albicocche, pesche, pere, mele, fichi freschi e secchi, prugne, banane, more, uva.

Verdura = spinaci, bietole, asparagi, tarassaco, indivia e verdure a foglie scure,  broccoli, verze, crauti, cavolfiore, aglio, cipolle.

Legumi = fagioli, lenticchie, piselli, ceci.

Cereali integrali = avena, riso integrale, orzo, grano saraceno, quinoa, frumento integrale, farro , segale.

Frutta a guscio = mandorle, noci del Brasile, noci, nocciole, pinoli.

Semi = di lino, girasole, zucca, sesamo.

Grassi e olii = olio extra vergine di oliva, olio di vinacce, olio di semi di lino, avocado.

Pesce = salmone, sgombro, tonno, sardine, aringhe.

Erbe aromatiche e spezie = peperoncino, zenzero, curcuma, cumino, coriandolo, menta.

Consigli per una buona digestione

Mangiare con il giusto stato d’animo e in tranquillità.

La frutta va mangiata prima del pasto oppure 2 ore dopo. Meglio ancora per colazione o a merenda.

I Cibi proteici (pesci, semi, latticini) è preferibile mangiarli insieme a verdure senza amido (asparagi, broccoli, verza, sedano, cipolla pomodori, zucchine, peperoni rossi, verdure a foglie, alghe).

Cereali integrali è meglio mangiarli con frutta, e cibi proteici

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *