La riflessologia plantare è una tecnica terapeutica alternativa, complementare ad altre metodiche di trattamento.

Da ritrovamenti archeologici si è potuto evidenziare che metodi di pressione terapeutica dei punti distali erano già noti 5000 anni fa in India ed in Cina. Questi presupposti erano in parte simili alla agopuntura. Anche gli antichi egizi ricorrevano a metodi di riflessologia plantare come dimostrano le pitture tombali risalenti al 3000 A.C., che illustravano come i piedi venissero massaggiati secondo un metodo ben preciso.

In epoca recente lo studio delle riflessoterapie zonali moderne è dovuto soprattutto al medico statunitense William Fitzgerald.

La riflessologia plantare trae spunto dalla Medicina Tradizionale Cinese antica. Può essere considerata una forma di massaggio che attraverso particolari stimoli e compressioni effettuati su determinate zone consentono di intervenire energeticamente su alcuni disturbi o per consolidare lo stato di benessere.

Le varie zone del piede sono collegate tramite terminazioni nervose a zone della colonna vertebrale, che mettono in contatto tali terminazione con i vari organi.

La riflessologia plantare permette di trattare ogni parte dolorante del corpo senza andare a toccare direttamente la parte ammalata o dolorante.

Attraverso la riflessologia è possibile trattare i meridiani energetici utilizzando la “Legge dei 5 Movimenti” della Medicina Tradizionale Cinese, oppure riequilibrare i Chakra utilizzando la tecnica Ayurvedica.

Principio basilare su cui si basa la riflessologia è quello olistico, dove l’uomo è visto come un essere unico, un sistema indivisibile dove ogni parte è collegata con le altre, anziché considerarlo diviso in compartimenti stagni.

Lo scopo di un massaggio olistico, come la riflessologia plantare è quello di stimolare attraverso tecniche pressorie l’organismo per riportare o consolidare lo stato di equilibrio, salute e benessere della persona.

 

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *